Alberti (Fds – Prc): “Alemanno se ne vada. Ma serve una svolta vera, altro che piano neve”

“Ci associamo alla richiesta di dimissioni del Sindaco, già avanzata da tutte le forze politiche cittadine”. E’ quanto afferma il portavoce romano della Federazione della Sinistra, Fabio Alberti.

“Tuttavia – prosegue – occorre che le sue responsabilità siano ben individuate e non ci si limiti ad aspetti minori. Non è il freddo che ha ucciso due persone senza fissa dimora a Roma, ma la povertà e la mancanza di una casa. Questi morti devono pesare sulla coscienza del sindaco. Non per non essere riuscito ad accoglierli nella notte del 5 febbraio, ma perché sono costretti a dormire per strada tutti i giorni dell’anno, insieme ad altre migliaia di persone, dalla mancanza di una politica abitativa”.

“Non è la mancanza del piano neve che ha bloccato la città, ma la mancanza di un sistema moderno di trasporto collettivo. Una città che non riesce a muoversi con il bel tempo non può che fermarsi con la neve, così come succede con la pioggia o anche solo per l’inaugurazione di un centro commerciale. Il blocco di Roma – prosegue – deriva dal fatto che da anni ci si è arresi alla logica del trasporto individuale (Roma è la città più motorizzata d’Europa), che il trasporto pubblico, invece che essere il perno delle politiche urbane, ne è la cenerentola, che gli sono stati tagliati i fondi, che invece delle ferrovie moderne Roma è collegata all’hinterland con autostrade, che l’Atac ha usato i soldi dei contribuenti per assumere i camerati amici del sindaco invece che comprare le catene da neve”.

“Le responsabilità del Sindaco vanno molto al di là di aver sottovalutato l’emergenza, o di non avere un piano neve: a questo si può rimediare.
Il suo fallimento, evidenziato da qualche giorno di gelo, è nella completa assenza di politiche pubbliche, per esempio sulla casa e sui trasporti. La sua responsabilità è nell’aver abbandonato la città a se stessa o, al più, al “mercato”.
E l’alternativa che serve è quindi molto più profonda di una maggiore capacità gestionale o di un piano per la neve.
Di questo – conclude Alberti – invitiamo a discutere tra le forze politiche di opposizione per preparare una vera svolta nella politica cittadina”.

Annunci