Candidatura Zingaretti. Alberti (Fds): “La sinistra lanci unita una sfida programmatica”

“L’autocandidatura di Zingaretti alla guida della città contribuisce a chiarire il quadro politico che sinora è stato di indiscrezioni, di manovre sottobanco e di “si dice”. E’ quanto afferma il portavoce romano della Federazione della Sinistra, Fabio Alberti
“Noi ribadiamo quanto abbiamo sempre detto: per cambiare questa città non si può partire dalle persone, ma occorre partire dai programmi. Non è il fascino o le capacità di una o più persone che bastano a rimediare ai danni di vent’anni di politiche neoliberiste e di mortificazione della partecipazione.

Prima di dire con chi, e con che lista, Zingaretti, dovrebbe chiarire come propone di affrontare temi cruciali come la disoccupazione, la crescente povertà e disuguaglianza, l’emergenza abitativa, l’abbandono delle periferie e come intende, se intende, cambiare politiche fallimentari del passato come la privatizzazione  delle aziende pubbliche, la mala gestione dei rifiuti o dei trasporti, le politiche culturali, la cementificazione del territorio. Di fronte al milione e duecentomila romani che hanno votato sì al referendum occorre che chiarisca se propone o meno di ripubblicizzare l’acqua. Su questi temi le proposte della Federazione della Sinistra sono note da tempo e sappiamo essere condivise con una larga parte della sinistra romana.

La sinistra di questa città, oggi divisa, può e deve unirsi intorno ad una proposta di un’altra visione della città e lanciare una sfida programmatica che sia un conforto vero senza esiti predefiniti e quindi  senza escludere una eventuale propria autonoma presenza nella sfida elettorale.

La Federazione della Sinistra ha da tempo chiesto alle forze della sinistra e al Pd  di aprire un confronto programmatico, ma si continua a parlare solo di nomi o di appoggio a priori a candidature. E’ ora di passare al concreto”, conclude Alberti.

Annunci