Alberti (Fds): “Stop all’assalto all’agro romano, a partire dal raddoppio dell’aeroporto di Benetton”

“La Federazione della Sinistra parteciperà il 5 luglio alla mobilitazione indetta da alcuni comitati territoriali, con l’adesione delle forze politiche del centro sinistra, contro la trasformazione in terreno edificabile di 2380 ettari di suolo agricolo, prevista dalla giunta Alemanno. Si tratta di una ulteriore aggressione ad un bene prezioso ed irrecuperabile, come il terreno agricolo, che si aggiunge alle già sconsiderate edificazioni degli anni passati e al già insostenibile sovradimensionamento, ovvero 70 milioni di metri cubi, previsto dal piano regolatore generale. Alemanno va fermato prima che, come per l’Acea, possa realizzare la sua politica di ‘prendi i soldi e scappa’ finalizzata a comprare sostegni per la prossima campagna elettorale.

La vertenza in difesa dell’agro e per il recupero della sua funzione produttiva agricola, che prenderà il via con la manifestazione del 5 luglio, dovrà coniugarsi con la ‘madre di tutte le vertenze’: quella per impedire che altri 1600 ettari di terreno agricolo pregiato siano ingoiati dall’ingordigia di Aeroporti di Roma e del suo patron, Benetton. Consideriamo queste due lotte  logicamente e politicamente inscindibili”. E’ quanto afferma il portavoce romano della Federazione della Sinistra, Fabio Alberti.

Annunci