Cinecittà. Alberti (Fds): “Con i lavoratori in lotta”

“Pieno appoggio all’occupazione di Cinecittà promossa dai lavoratori in difesa del posto di lavoro e della funzione produttiva e culturale degli Studios. Come tante altre aree della Capitale Cinecittà è sottoposta ad una speculazione immobiliare privata con la complicità delle istituzioni. Ancora una volta si usano beni pubblici per arricchimenti personali. Questa volta si tratta del sig. Abete, che vorrebbe anche fare il sindaco di Roma”. E’ quanto afferma il portavoce romano della Federazione della Sinistra, Fabio Alberti.
“La funzione produttiva e culturale e sociale di Cinecittà – afferma – è un bene di tutti i romani e le romane e non può andare disperso per trasformarsi in alberghi di lusso di cui non si sente la mancanza. La Federazione della Sinistra sarà presente oggi all’assemblea pubblica dei lavoratori e continuerà a battersi perché Cinecittà torni ad essere un’istituzione a maggioranza pubblica, garantita da finanziamenti certi per poter tornare ad essere un volano della produzione cinematografica di qualità, con un progetto pubblico di investimenti, anche comunali, finalizzati al rilancio strategico della produzione audiovisiva nella città. Non è la Festa che può salvare il cinema a Roma, ma una politica attiva di promozione che parta dalle periferie sino alla difesa degli Studios”.
“Ma perché questa prospettiva sia realizzata occorre innanzitutto che si tolga definitivamente dal tavolo ogni speranza di speculazione immobiliare, vincolando l’intera area alla sua attuale destinazione”, conclude Alberti.

Annunci