Il Governo Letta al lavoro. Sgomberate le case sfitte occupate. Se la prendono con i senza casa invece che con i costruttori

Casa, dopo lo sgombero a Tor Tre Teste dal prefetto una tregua sugli sfrattiIl ministro Alfano ha fatto il suo primo regalo da Ministro dell’Interno al suo amico Alemanno: lo sgombero dall’occupazione di Tor Tre Teste di 50 famiglie di italiani e migranti che avevano trovato un tetto nello stabile abbandonato da anni dall’INPS.

Di fronte al dramma di migliaia di famiglie senza casa, sotto sfratto e pignoramento per i costi insopportabili di acquisto e di affitto, il Governo Letta non trova di meglio che mandare polizia, carabinieri e guardia di finanza (distolta così dal perseguire i grandi evasori).
Viene così esaudito il desiderio di Alemanno che aveva, sinora invano, chiesto ripetutamente lo sgombero delle occupazioni che tanto preoccupano i suoi amici costruttori.
A Roma vi è un ingente patrimonio sfitto ed invenduto perchè messo sul mercato a prezzi inaccessibili.
Occorrono nuove politiche, la requisizione delle case sfitte o invendute, il contenimento dei canoni, un piano straordinario di edilizia pubblica rivolto al recupero del costruito.

Annunci