Rappresaglia contro i migranti per partecipazione ad una iniziativa elettorale.

“Abbiamo avuto notizia che a quattro cittadini di origine somala, ospiti presso il centro di accoglienza Il baobab a Roma, il Comune ha notificato l’obbligo di lasciare la struttura il prossimo 14 di giugno, senza fornire loro ulteriori motivazioni. La coincidenza inquietante è che tutti quanti avevano partecipato a un’iniziativa elettorale di fronte all’ufficio immigrazione del Comune di Roma, in via Assisi alla quale hanno partecipato, fra gli a altri, il segretario romano del prc Fabio Alberti, il candidato sindaco di Repubblica romana, SandroMedici e il responsabile immigrazione dell’Arci, Claudio Graziano. Se fosse vero che c’è una relazione tra la partecipazione alla manifestazione e l’obbligo di lasciare il centro, sarebbe gravissimo. Il Comune di Roma deve spiegare per quali motivi sta privando questi cittadini dell’assistenza necessaria. Partecipare alle manifestazioni politiche è un diritto fondamentale di tutti gli uomini, siano essi di origine italiana o estera. Troviamo raccapricciante che si inneschi una rappresaglia così odiosa nei confronti di chi ha partecipato a una protesta democratica. E ci piacerebbe conoscere cosa intende fare la ministra Kyenge di questa squallida ritorsione contro cittadini stranieri””. E’ quanto affermano il segretario romano del Prc, Fabio Alberti e Sandro Medici di repubblica Romana.

Annunci