Ballottagio. E’ finito un incubo. Ora occorre cambiare davvero politica.

Registriamo con enorme soddisfazione la sconfitta del sindaco uscente, Gianni Alemanno, emersa dal voto del ballottaggio e facciamo gli auguri a Ignazio Marino, nuovo sindaco di Roma. Marino ha vinto, ma non ha ancora convinto, se è vero che la grande maggioranza dei romani non si è recata alle urne. Ci auguriamo che sappia cogliere la chiara indicazione della necessità di un profondo cambiamento che emerge dalla larghissima astensione.
Per parte nostra incalzeremo la nuova amministrazione sulle politiche concrete da mettere in campo, in primo luogo per difendere la città dal patto di stabilità interno, superare le inaccettabili disuguaglianze di reddito e di potere determinati da anni di politiche liberiste, per favorire la partecipazione popolare alle scelte, per difendere i beni comuni e la scuola pubblica, per fermare il cemento, per ripubblicizzare l’acqua come previsto dai referendum ancora inapplicati a due anni dal voto.
Alla sinistra romana proponiamo una convergenza programmatica a partire dalle proposte che ha avanzato nelle varie articolazioni in campagna elettorale per aprire una nuova stagione di protagonismo popolare.

Fabio Alberti, segretario PRC Roma
Fabio Nobile, segretario PdCI Roma.

Annunci