Urgente un piano per il lavoro e riforma del fisco locale

Non voglio sottovalutare la questione della pedonalizzazione dei fori o della gestione dei rifiuti, sono questioni su cui è in ballo la stessa visione di lungo periodo della città, ma mi sembra che con la disoccupazione giovanile al 40%  e la disuguaglianza record che ha toccato Roma, le politiche per il lavoro e per la giustizia sociale dovrebbero essere al primo posto dell’azione amministrativa. Invece il Comune di Roma sembra non considerarle di sua competenza. Come se non esistessero. A due mesi dall’insediamento del nuovo sindaco non è stato ancora preso nessun provvedimento in questa direzione. Occorre con urgenza un piano comunale per il lavoro basato sulla riconversione ecologica della città ed una riforma delle tasse locali che vada nel senso della progressività delle imposte.

Annunci